Under 7 – Festa del Rugby Varese

Sono arrivate fino all’uscio di casa mia, le good vibes della giornata. Vi ho immaginati, diavoletti, entrare in campo con il solito sorriso spavaldo, in fila disordinata cantando “siamo i campioni del mondo”. Ho immaginato voi, genitori, indaffarati a dare una mano. O schierati appena fuori, lungo la staccionata. Ho sentito lo stupore dei nonni: “Sta tent’ ninin! Sa farànn mia maal?!”. Vi ho visti, darvi di gomito al primo placcaggio. Ho sentito la vostra emozione, la lacrimuccia tenuta nascosta sotto gli occhiali da sole. La pelle d’oca quando fanno il saluto iniziale. Ho sentito tutti i vostri “WOW guardalo”… “Hai visto cos’ha fatto?”… E pensare che le prime volte piangeva per venire ad allenamento. A guardalo adesso, non sembra nemmeno più lui. Eh si, a volte piangono all’inizio. Capita di pensare che sia perché non si divertono. Invece spesso lo fanno perché in campo si confrontano con qualcosa di nuovo e con la paura di sbagliare. Appena si concedono di provare, ogni tanto sbagliano e ogni tanto la imbroccano, poco importa, il risultato è che non piangono più. Ho sentito tutto il tifo. È arrivato fino a qui vi assicuro. Mai più di oggi, non ho idea di come siano andate le partite, chi ha vinto e chi ha perso. Gli allenatori mi dicono che hanno un po’ di cose su cui lavorare in settimana. Questo dal mio punto di vista è molto positivo. Vuol dire che Varese non perde mai, o vince o impara. Tre squadre composte da 17 diavoletti hanno dato battaglia ad altrettante squadre di Lainate. Tre allenatori, Matteo Giulio e Chiarina hanno diretto, educato, arbitrato. Sirio e Pepe in campo a tenere ordine e conti e, ogni tanto, a mandare qualche vocale a me. Marco a fotografare i diavoletti. Molti altri genitori e amici a dare una mano negli spogliatoi o per il terzo tempo. L’unica e inimitabile Emanuela a dirigere il torneo. Un bel sabato di sole e palla ovale. Emozioni a mille e tanta voglia di giocare, in attesa dei tornei nazionali, in cui l’under sarà chiamata a stringere le fila e mostrare quello che ha imparato durante l’anno. Non vediamo l’ora!!! Facciamo un grande applauso a Tommaso, James, Matteo Z, Davide, Michelangelo, Matteo R, Tito, Tobia, Luca, Mariasole, Claudio, Filippo, Flavio, Max, Andrea, Lucio e Lennox. Uno anche a Giacomo, Diana, Lorenzo e tutti gli altri che non sono potuti venire: lo sappiamo che voi, come me, avete fatto il tifo a distanza! Vi aspettiamo come sempre al campo. Un GRANDE applauso a Matteo, Giulio e Chiarina, Emanuela, Sirio, Pepe. Grazie a Marco Bascialla che ha fatto un migliaio di splendide fotografie dei diavoletti. Grazie davvero a chi ha dato una mano negli spogliatoi, all’ingresso e durante il terzo tempo. I nomi sfuggono, ma senza il vostro aiuto non ce l’avremmo fatta. Forza ora: a prepararsi per le prossime sfide! Sempre Forza Varese!!! S